\n\n\n
BENVENUTI

Mi chiamo Maria C. Martino e vivo all’estrema punta meridionale della Calabria, in quel luogo conosciuto anche come Distretto del Bergamotto, un’area di appena 120 km limitata alla fascia Jonica del Reggino.

Ricerca
5 Maggio 2021

Olio essenziale di Geranio

I giardini del Sud conservano il segreto delle erbe, delle piante e degli arbusti odorosi il cui profumo si svela quando ne stropicciamo una foglia tra le dita.
Chissà quante volte avete annusato le foglie del Geranio cogliendone le fini sfumature.

L'olio essenziale di geranio fu presentato per la prima volta all'Esposizione universale del 1889, a Parigi, dove i numerosi visitato si stupirono del suo profumo di rosa.

Originario del Sud Africa, il pelargonium graveolens o geranio, appartiene alla famiglia Geraniaceae. Il nome è di origine greca geranos, che significa Gru:
il frutto della pianta somiglia molto al becco di questo uccello.

Importato in Europa alla fine del XVI secolo dai coloni inglesi e olandesi, con i suoi bellissimi fiori rosa, bianco o rosso, ebbe immediatamente un grande successo,
diventando molto di moda a corte e nei giardini dei castelli di Francia. I giardinieri hanno creato numerosi ibridi nel corso dei secoli e oggi ci sono oltre 600 specie di geranio.

I gerani sono diffusi e prodotti in tutto il mondo, in particolare in Cina,
nel Maghreb, e nella piccola isola Reunion, da qui viene il nome della varietà Bourbon
(il vecchio nome dell'isola vicino al Madagascar).
I gerani del gruppo "Rosat", tradizionalmente utilizzati in profumeria, possiedono qualità olfattive molto fini, più floreali e dolci della varietà d'Egitto, il loro profumo è molto vicino a quello della rosa.

Contrariamente a quanto molti pensano, l'olio essenziale di geranio viene estratto in corrente di vapore da foglie e steli, non dai fiori.
Per ottenere dai 150 ai 200 gr di olio essenziale sono necessarie 100 kg di foglie.
Quest'olio verdastro ha delle note di testa che ricordano la rosa e la menta,
e una forte nota dolciastra di rose essiccate. Più leggero di alcune note di certi fiori bianchi per le note di cuore e non domina la miscela odorosa.
Si associa perfettamente all'assoluta di rosa, ma anche con bergamotto, patchouli e sandalo.

Proprietà del Geranio e aromaterapia
Per riequilibrare le distonie nervose, per calmare la mente, alleviare il cuore, affrontare ansia e tensione, ma anche solo per avere intorno a se una profumazione rilassante e benefica. Per il riequilibrio del sistema nervoso  il geranio si può utilizzare in sinergia con il Bergamotto perché entrambi lavorano sullo stesso piano, sono infatti sia calmanti che stimolanti e possono quindi portare grandi benefici nelle depressioni e negli stati d’ansia. Il geranio si armonizza bene anche con tutti gli altri agrumi e con patchouli, chiodi di garofano, lavanda, sandalo, gelsomino.

Per la pelle si rivela uno degli oli migliori.
Il Geranio infatti cura efficacemente le più comuni affezioni cutanee, è un ottimo antirughe e ricompattante della pelle.  Inoltre rinfresca la cute e ha proprietà astringenti per cui è adatto anche alla pelle grassa e impura.

Rafforza l’attrazione di cose positive, aiuta a trovare la propria strada quando si è emotivamente confusi.

L'olio essenziale di Geranium Rosat è altamente concentrato in citronellolo e geraniolo in particolare.

Queste diverse molecole gli conferiscono le seguenti proprietà principali:

  • Antispasmodico, rilassante, astringente
  • Antinfiammatorio
  • Antisettico e calmante
  • Antibatterico
  • Cicatrizzante
  • Antirughe
  • Linfotonico, flebotonico: stimola la circolazione sanguigna e linfatica
  • Analgesico
  • Stimola le funzioni del fegato e del pancreas
  • Problemi della pelle, come dermatiti, pelle grassa, acne, capelli grassi, forfora


    In primo piano: All'Una

  • Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Info

© 2020 La mia casa nel vento
di Maria Martino

P.IVA 03026380802
info@lamiacasanelvento.com

usercartcrossmenu